Seleziona una pagina

Blues, Old School Soul, Funk, Electric Jazz sono gli ingredienti che formano il repertorio della nuova band del chitarrista LELLO PANICO. Brani originali scritti per band come Blue Noise, LPB, Blue Messengers, e personali riletture dei classici del Blues (con autori come Robert Johnson e Jimmy Reed), del Soul (brani di Eddie Floyd, Stevie Wonder, Ray Charles) e del Funk (con musiche di Allen Toussaint, Sly Stone, Temptations).

LELLO PANICOChitarrista, compositore, songwriter e didatta. Nell’arco della propria carriera ha suonato di tutto, dal rock al jazz, dalla musica brasiliana alla fusion e al funk, per tornare felicemente al suono del blues e al linguaggio della musica soul, suo primo e immenso amore, con la consapevolezza e la convinzione del principio secondo cui una chitarra elettrica – prima di qualsiasi altra cosa – suona il Blues.
Originario di Caserta, muove i primi passi nel panorama musicale di fine anni ’70. Come tutti i ragazzi di quella generazione si innamora del suono dei grandi chitarristi rock blues dell’epoca, come Jimi Hendrix, Eric Clapton, Jimmy Page. Negli anni ’80 si dedica principalmente allo studio della musica jazz, e nel 1989 registra il suo primo album, prodotto da Gianfranco Salvatore. La band si chiama Lello Panico & Phoenix, l’album è intitolato Fronne (Gala Records). I musicisti ospiti sono Massimo Urbani, Danilo Rea, Maurizio Giammarco, Pippo Matino.
Nel 1993 registra un nuovo Cd per l’etichetta Via Veneto Jazz di Biagio Pagano intitolato The Secret. La line up è formata da John Patitucci, Joey Calderazzo, Rick Margitza, Stefano Di Battista, Pietro Iodice, Dario Rosciglione, Andrea Beneventano. Stilisticamente, nello stesso periodo, il suono della chitarra di Lello Panico è più vicino ai chitarristi blues che non ai chitarristi jazz. L’amore per i grandi songwriters americani e la sua vena compositiva lo portano ad abbracciare in pieno la musica elettrica. nascono così i Blue Messengers, band per la quale scrive un intero repertorio originale che nel 1997 diventa un Cd sempre per Via Veneto Jazz. Le recensioni sono entusiastiche e la band comincia una lunga serie di concerti in lungo e largo per l’Italia. Nel 2000 arriva il secondo album della band intitolato “Blues To Gray” inanellando un numero di concerti impressionante per una band italiana di Rock Blues.
Nel 2001 viene chiamato da Stefano Mastruzzi a far parte del corpo insegnanti del St. Louis College Of Music in qualità di coordinatore del dipartimento di Chitarra Rock, Blues & Jazz. Nel 2005 pubblica il metodo per chitarra blues intitolato Fulloptional Guitar (Carisch / St. Louis)
Nel 2006 Lello incontra Tollak Ollestad, armonicista cantante e pianista di grande talento, nell’ambito dell’Euro Bass Day di Verona. Musicalmente è un vero e proprio colpo di fulmine. Lello Panico forma la band Blue Noise con Luca Trolli (Drums) e Francesco Puglisi (Bass) e comincia a scrivere a 4 mani con Tollak i brani che formeranno l’ossatura dell’album Glory Days (Alice Records). Gli ospiti chiamati a raccolta da Tollak sono di tutto rispetto e si chiamano Robben Ford, Jimmy Haslip e Russell Ferrante. Il 1° Maggio2009 si esibisce in diretta televisiva nazionale al fianco del grande Robben Ford al concerto di Piazza S.Giovanni. Nell’estate del 2013 registra un album interamente strumentale con una manciata di brani elettrici che rispecchiano in pieno tutte le esperienze musicali di una vita. L’album si intitola Fifty Years Ago, pubblicato per l’etichetta Camilla Records.

LELLO PANICO – GUITARS & VOCAL
DAVIDE SAMBROTTA – KEYBOARDS & VOCAL
FRANCESCO CECCHET – BASS
DANIELE SCOTT SAMBROTTA – DRUMS & BG VOCAL


 

Pin It on Pinterest